Most Popular


Design badkamers of sauna kopen en eigen wellness creëren
Ben je toe aan wat extra luxe in je badkamer? Als je je badkamer op wilt knappen of deze volledig ... ...





Migranti, la sentenza della Cassazione: dire "vai via" è odio razziale

Rated: , 0 Comments
Total hits: 4
Posted on: 07/13/18
Secondo l'ultima sentenza della Cassazione la frase "Che venite a fare qua...dovete andare via", se rivolta a cittadini extracomunitari, può assumere i caratteri dell'odio razziale.Si legge nella sentenza, depositata oggi, emessa nei confronti di un 45enne imputato, il cui ricorso è stato respinto, che era stato condannato per concorso in lesioni ai danni di due stranieri. Nella condanna, i giudici hanno aggiunto la "finalità di discriminazione razziale"I fatti. Durante l'aggressione ai due extracomunitari, avvenuta in un circolo a Gallarate, i due imputati (il ricorrente e un coimputato) avevano rivolto ai due immigrati la frase "che venite a fare qua...dovete andare via". Ed è proprio questa frase a determinare, secondo i giudici della Suprema Corte, la "finalità di discriminazione razziale"."La circostanza aggravante della finalità di discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale o religioso - si legge nella sentenza - è configurabile in linea generale, secondo i principi affermati dalla giurisprudenza di legittimità, in espressioni che rivelino la volontà di discriminare la vittima in ragione della sua appartenenza etnica o religiosa". E questo non solo quando "l'espressione riconduca alla manifestazione in un pregiudizio nel senso di inferiorità di una determinata razza", ma anche se "la condotta, per le sue intrinseche caratteristiche e per il contesto in cui si colloca, risulta intenzionalmente diretta a rendere percepibile all'esterno e a suscitare in altri analogo sentimento di odio etnico e comunque a dar luogo, in futuro o nell'immediato, al concreto pericolo di comportamenti discriminatori".Ecco perché, scrivono i giudici, le frasi pronunciate dai due imputati "erano ritenute chiaramente espressive della volontà che le persone offese, e gli altri cittadini extracomunitari presenti ai fatti, lasciassero il territorio italiano a cagione della loro identità razziale".




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?